Blog: http://talentosprecato.ilcannocchiale.it

Il cantore poeta...John de Leo, la voce italiana più bella degli ultimi decenni, ma non solo
























Ho perso le parole
. Vago svanendo...
Ho un groviglio di pensieri che non sanno dove andare. Spiegare la vela non voglio, non riesco. Sono ferma, bloccata. Non è nemmeno la parola muta del concetto di Thelone. Niente fascino.Mi fascio.
Non mi spiego. Non ho pubblico. Non ho posto dove andare.Cercate  voi la direzione, se occorre. Questo è un porto ma non parto, vado solo vago svanendo, non mi muovo, non penso. Prendete alvolo solo questo: L'artista è un angelo "umano".  Non lo è mai il suo manager.

Visto, Rivisto, Riascoltato. Tre ore di soundcheck, dentro e fuori il cancello. Poi  via. Via il biglietto. Il meglio già andava vago svanendo nei pensieri, cullato.
Finirai ancora in prima pagina? Passerai mai alla storia? Voce che non è voce, ma un'opera teatrale. Contorno che la scontorna e la scuote dandole vita e senso. Demetrios Stratos? La sua reincarnazione? No, John de Leo, molto meglio.
E' passata una settimana ma vago svanendo ancora in un quadro di Chagall, da qualche parte dei ricordi


la foto originale di John de Leo è di Elisa Caldana (www.elypurple.it)

Pubblicato il 17/7/2008 alle 2.9 nella rubrica APPUNTAMENTI.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web